Imparare a mangiare

Questo forum vuole essere uno spazio dove potere acquisire corrette nozioni di alimentazione basate su indicazioni scientifiche.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Da onnivora a...... non so!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Da onnivora a...... non so!    Mer Giu 10, 2015 5:12 pm

Buongiorno dottore, scrivo per avere qualche informazione sulla nutrizione, che sembra essere un argomento molto caldo in questi ultimi tempi.
In famiglia siamo sempre stati onnivori, non abbiamo mai badato più di tanto al valore nutrizionale dei cibi nè al metodo di cottura, ma semplicemente abbiamo pensato a cosa ci piaceva mangiare in quel momento. Vengo al dunque: da qualche tempo mi sto approcciando al modo di mangiare vegano/vegetariano ma ho molti dubbi su questa dieta di esclusioni.
In primis l'uso di cereali integrali, tanto elogiati un po' ovunque e da chiunque, mi è stato caldamente sconsigliato dal medico di famiglia per la presenza dell'acido fitico, oltre che dell'eccesso di fibra, che secondo lui mi esporrebbe a gravi carenze di assimilazione di ferro e altri minerali; mentre dall'altra parte leggo e sento che un vegano si abitua a mangiare integrale e riuscirà ad assimilare tutto grazie ad una flora intestinale ben selezionata. Da questo ne deduco che quindi dovrei decidere se mangiare sempre integrale o sempre bianco, perché potrei avere degli effetti negativi dal mix. È corretto?
Poi io sto tentando di evitare carne/pesce/latticini.. ma mi rendo conto che fare un pasto esclusivo di verdure comporta che per saziarsi bisogna mangiarne parecchie e le verdure chiamano il pane, che normalmente riducevo a un pezzetto o poco più a pasto. Dunque mi domando: ma questa dieta vegana non porta ad ingrassare?
Ho notato, anche, che c'è un largo uso di frutta secca e semi di vario genere.... ed anche questi sono tutti elementi calorici, che possono aumentare notevolmente le calorie anche di una semplice insalata.
Quindi, tirando le somme..... vorrei capire se passare ad un regime alimentare come quello vegano, non possa che portare ingrassamento oltre che carenze varie... considerando che nella normalità io non mangio mai insaccati, qualche volta posso optare per un 30-40 gr di San Daniele... una fettina di petto di pollo da massimo 100 gr o anche del filetto di vitello 1 volta ogni 10-15gg(sempre una sola fettina piccola)... per il resto mangio pesce (salmone, calamaro, polipo, orata, spigola... ) e latticini (2-3 volta a settimana) nella forma di mozzarella e formaggi freschi poco calorici, le uova (1 uovo a settimana). Il latte intero ogni mattina almeno 150gr. e il parmigiano lo uso per condire quando necessario.
Non mangio gelati, dolci di pasticceria, nutella e altre cose simili perché non mi piacciono. Ho tolto la coca cola e il caffè per il reflusso.
Ho introdotto lo yogurt bianco intero bio (senza zucchero) con frutta fresca tagliata al momento e 1 cucchiaino raso di zucchero come spuntino, evitando gli yogurt pronti.
Sto prodigandomi davvero nel tentativo di mangiare sano, ma ho tanta paura che - visto che sono stata bene con la mia alimentazione fin'ora - possa rompere un equilibrio che mi sta bene!
Inoltre io, dopo parecchio tempo che non mangiavo carne, ho sentito proprio il bisogno di una fettina di carne..... erano pochi grammi ma li ho divorati e mi sono sentita in forze e bene. Ora sono 8gg che non mangio carne, ma non nego che il mio organismo la mangerebbe volentieri... ma intanto è vero che fa male perché ci acidifica, ci sottrae calcio dalle ossa, sprigiona tossine e tutto il resto?
Mi scusi per tutta la lunghezza, sarei davvero felice di avere una sua risposta proprio perchè leggo informazioni contrastanti e non riesco a capire come districarmi. Grazie mille.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mer Giu 10, 2015 5:42 pm

Ah volevo aggiungere una cosa: soffro di colite e reflusso gastroesofageo; ho avuto un'esofagite 7-8 mesi fa che ormai mi dava fastidio ingoiare anche l'acqua. Ho fatto visite e ho avuto la cura per il reflusso.... cura che il medico mi aveva detto di fare a vita, oltre che un figlio con tutto ciò che mi era concesso e non concesso mangiare (il DOC mi ha detto "più sgarri, più aspettati di stare male... fai tu"). Io ho preso 2 pillole della cura, ho evitato tutti gli errori alimentari che facevo, e adesso sto bene. Certo non mangio cioccolata, non bevo caffè ed evito le arance, evito di mangiare tardi la sera come facevo.... ma non prendo farmaci. Al tutto mi accompagnava una colite pazzesca.... eppure mangiavo un bel piatto di frutta al pomeriggio e verdure a cena, yogurt e tutto quanto... e soffrivo di stitichezza/diarrea con episodi molto spiacevoli. La mia media era andare in bagno 1 volta ogni 3-4 gg.
Da quando ho inserito i cereali integrali (pasta integrale e pane integrale fatto in casa con lievito madre, più frutta e verdura, più insalate) limitando ancora di più la carne... vado in bagno ogni giorno bene, a volte non perfettissimo, ma sto bene!
Invece, anche se me lo hanno regalato, non voglio mangiare il seitan perché non credo sia giusto assumere tutto quel glutine (che già assumo con pasta e pane) e ho paura che alla lunga possa davvero creare intolleranze.
Ok, basta scrivere, mi scuso per la prolissità. Grazie mille.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mer Giu 10, 2015 8:20 pm

Dottore, scrivo per chiedere ancora un'altra cosa....oggi a pranzo ho mangiato 65-70gr di pasta integrale bio con un pesto di verdure, semini vari e odori crudo, con olio evo (ben più di 1 cucchiaio ) quindi ben condito. Poi ho mangiato 38 ciliegie :-) lo so che sbaglio a mangiare frutta dopo i pasti ma mi hanno tentato, ed erano ottime! Dopo mi sentivo piena, chiaramente.... non ho avuto assolutissimamente sonnolenza postprandiale, ma alle 17.30 ho iniziato a sentirmi debole..... senso di sonno forte.... Sono uscita e ho capito che avevo fame. Non ho voluto rovinarmi mangiando qualcosa a caso, e così sono tornata a casa e ho mangiato 10 mandorle pelate + 2 cucchiai del mio yogurt bianco con 1 cucchiaino di zucchero. Lo so che ho sbagliato con lo zucchero! Ma adesso mi sento di nuovo in forze, anche se sono ancora ferma ad aspettare di carburare. Com'è possibile che io abbia avuto fame, se di solito non soffro mai di fame pomeridiana? Eppure mangio sempre gli stessi grammi di pasta (ma bianca) con al massimo un po' di formaggio, senza altri condimenti.
Stasera ho pensato, per tirarmi su, una fettina di petto di pollo in padella con insalata mista e 50-60 gr di pane.
Forse, a pensarci bene..... oggi avrei dovuto mangiare di più perche ho fattoi mattinata 4 km a piedi sotto il sole, a passo svelto.... Può essere? Grazie scusate tutte le chiacchiere!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 11, 2015 11:33 am

Primo: non mi dici quanti anni hai, quanto pesi e quanto sei alta. E' importante per rispondere con cognizione di causa.

Secondo: perchè stai pensando di cambiare alimentazione? Per motivi di salute o etici? Anche questo non è un dettaglio da poco. Nel primo caso diventare vegani non migliora necessariamente le cose. Si può seguire uno stile di vita onnivoro sanissimo o uno vegano schifosissimo.
Nel secondo caso la salute non c'entra e perciò non dovresti neppure preoccuparti del fatto che tu mangi sano o meno.

Detto ciò:

1. il tuo medico non ha tutti i torti, ma bisogna quantificare. Tutto (TUTTO!) in eccesso fa male, anche l'acqua e anche troppa fibra può essere controproducente, ma direi che sostituire un piatto di pasta raffinata con uno integrale e così il pane non dovrebbe considerarsi un eccesso, anzi. Diverso sarebbe se ci fosse una introduzione di fibra con integratori. Ma non mi pare il tuo caso. Resta anche il fatto che si può mangiare benone anche senza la pasta integrale, ma se ti piace....
2. Evitare la carne non porta problemi (ma la carne non fa male, dipende da quanta e che tipo), ma evitare pesce e latticini (intesi come latte, yogurt ogni giorno e un paio di porzioni di formaggi a settimana) è sconsigliato. La dieta vegana non porta ad ingrassare necessariamente, anche qui dipende da quanto si mangia. Ovviamente mangiando grandi quantità di semi oleosi qualche rischio ci può essere, così come se si condisce con litri di olio, mi pare banale. Ma si ingrassa anche da onnivori altrimenti esisterebbero solo grassi vegani! Smile
3. Si può mangiare vegano senza ingrassare, ma il rischio carenze è dietro l'angolo se viene fatto senza l'aiuto di un esperto. Diverso è il discorso per il vegetarianesimo, per il quale non ci sono grossi problemi. Rimane anche da chiarire il perchè vuoi farlo!
4. A questo punto non capisco: mangi vegano o no?perchè dici di mangiare pesce, uova, formaggi, yogurt....comunque: il latte è pochino (250-300ml è meglio) e manca una cosa fondamentale: i legumi! per una aspirante vegana è una grave mancanza! I legumi sostituiscono la carne e vanno mangiati 2-3 volte a settimana (di più se proprio non mangi carne, ma ancora non capisco perchè! Wink)
5. lo yogurt bio non è migliore di yogurt non bio e se aggiungi lo zucchero lo fai diventare come quelli "già pronti" che a te sembrano peggiori e invece sono identici. Fra l'altro l'aggiunta di frutta non ti basta? lo vuoi ancora più dolce?
6. ma cos'è tutto questo terrore per la carne? non fa nulla di tutto quel che ti fanno credere gli ignoranti che trovi sui social network tranquilla.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 11, 2015 11:36 am

La maggior quantità di fibra può avere contribuito a regolarizzare l'intestino, la mancanza della carne no!

il glutine non fa male a chiunque, non c'è motivo per non mangiare seitan...anzi un motivo c'è : fa schifo!

Fare il pane in casa col lievito madre non lo rende migliore, ma può essere divertente!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 11, 2015 11:40 am

Chi lo dice che la frutta a fine pasto fa male!? sei stata male? non mi pare. Perchè credere a tutte le putt...stupidaggini che si sentono in giro?

Beh dopo 4km sotto i sole sentirsi deboli è il mimino non pensi? Lo spuntino è importante e hai fatto bene a mangiare (ma sopratutto dovevi bere)

Tornare a casa invece di mangiare qualcosa fuori lo trovo poco sano.....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 25, 2015 1:06 pm

Gentilissimo dottore, mi scuso per il ritardo di questa risposta alla sua gentilissima e paziente ultima.... ho pensato molto a cosa scrivere e quanto scrivere per evitare di non rendere bene il senso delle mie domande.
Il fatto è che io, come forma fisica, non ho problemi e il mio approccio e le mie domande sono legate proprio al riuscire a mettere in atto una dieta sana, cosa che pensavo già di fare, ma che dalle ultime informazioni che ho sembra non sia propriamente così.
Io non parlo di letture anonime su internet in blog di persone sconosciute, ma sto parlando di quanto ormai si sa sulla nocività della carne, latte e grassi animali in generale.... su tutti i consigli del Prof. Berrino al quale certo non entra nulla in tasca nel dire di mangiare poca carne o consumare poco latte, perché evidentemente non porta avanti un discorso etico, ma salutistico. Su questo è d'accordo? Inoltre l'approccio alla dieta vegana è stato perché ho conosciuto una persona veg e mi sembrava interessante oltre che salutisticamente favorevole, finché non ho scoperto tutte le integrazioni necessarie, i possibili stati carenziali e sinceramente a me non va di scherzare con la salute. Io ho solo bisogno di mangiar bene e di sapere che sto facendo bene.
Perché dice che il pane integrale fatto con lievito madre a casa è solo divertente e non ritiene che sia più valido nutrizionalmente rispetto al pane bianco fatto con lievito di birra? Oltre che i fornai, almeno quelli che conosco io, non usano certo la farina di grani antichi macinata a pietra che posso acquistare io... la lunga lievitazione naturale del lievito madre dovrebbe aiutare a ridurre gli effetti peggiori del pane, ovvero la presenza del lievito di birra (che da quel che ho capito dovrebbe rendere il pane un alimento ingrassante ed inoltre un vero integrale ha fibre e sali minerali, che abbassano il suo indice glicemico e nello stesso tempo lo rendono un prodotto nutrizionalmente più valido rispetto al pane bianco). Certo, è sempre pane quindi bisogna mangiarne sempre il giusto e non in eccesso, però credo che sia migliore del pane comprato... Ah che dimenticavo, spesso è anche addizionato con miglioratori et similia.
Per dirne una: quando non posso fare il pane vado (andavo) ad un forno piccolino ma con laboratorio a vista che proponeva tante cose buone, io ho sempre comprato pane e pizza, a volte bignè, qualche tarallo. Quando ho provato l'integrale di segale o quello normale... Il segale era vistosamente colorato con qualcosa e l'integrale era farina bianca più cruschello, tanto che anche loro mi hanno confermato che usano miscele pronte, e con 1 euro ti danno una magnottina piccola, 400 gr o poco più e ci guadagnano anche! Io tra farina e elettricità il mio pane lo pago molto di più ! Comunque mediamente ne consumo un un 100 gr al giorno, considerando che quando mangio altri carboidrati non mangio pane (quindi uno dei miei due pasti principali è senza pane). Per finire, tornando a questo forno (piccoli artigiani non grandi aziende che fanno kg di merce ormai a livello industriale come si vede nei supermercati), sono restata molto male quando acquistando una pizza con verdure, dall'aspetto molto invitante, mi sono resa conto che era contenuta sugna nell'impasto! E io che la mangiavo 1-2 volte a settimana posso consentire che una pizza vegetariana tu metti la sugna per farla saporita e farla restare morbida nella vetrinetta, e io nel 2015 mangio ancora sugna?!?!?!
Non per solo la linea, ma innanzitutto per il mio colesterolo, per tutte le volte che ho tolto il grasso (buono!) dal prosciutto e per tutti i sacrifici che faccio cercando di alimentarmi bene. Ecco perché, dottore, quando ho scritto che avevo fame quel giorno, sono tornata a casa per mangiare e non ho mangiato nulla fuori casa... Se devo consentirmi un'eccezione mangiando un cibo calorico o grasso o dolce voglio che ne valga la pena... ma non posso mangiare schifezze. Questo me lo sono imposto. Lei dice che questo mio approccio non va bene?
Io vedo troppa gente grassa, troppa gente che si ammala, troppe volte ai supermercati guardo i carrelli delle altre persone pieni di biscotti, piatti pronti surgelati e non, cioccolate e quant'altro...
Mi è sembrato strano che ha obiettato al fatto che avessi aggiunto 1 cucchiano di zucchero al mio yogurt bianco, dicendo che non mi bastava la frutta.... io sono già molto restrittiva con me stessa, ma credo che 1 cucchiaino di zucchero di quelli che si mettono in 1 caffè non possa crearmi problemi, e non posso e non voglio togliermi tutto perché questo sarebbe poi troppo.
Oggi ho fatto una nuova colazione, ho eliminato il bar.... e ho fatto un frullato con fragole, un po' di succo di limone, yogurt bianco non zuccherato, 1 cucchiaino di zucchero di canna integrale e muesli di avena, farro e svariate sementi e frutta secca. Soddisfacente.... ma, non è buono come cappuccino e cornetto, mi dispiace. Quindi, penso che non ci rinuncerò del tutto, ma magari potrei alternarlo, io modo da passare da un assunzione giornaliera a 3 gg a settimana, che è meglio di niente. Magari al posto del cornetto, qualche volta posso mangiare die muffin fatti da me con farina integrale e yogurt... ma sempre devono essere dolci.
Dove cercherò di lavorare sono pranzo e cena, cercando di inserire più fibre.
Vorrei farle alcune domande:
- ma mangiare carboidrati la sera aiuta a non appesantire fegato e reni?
- ma non è che l'uso frequente di frutta secca, semi, muesli mi espone più facilmente a micotossine, con cui prima potevo venire ugualmente in contatto, ma non mangiando questi cibi che sono maggiormente bersagliati, comunque avevo minori rischi?
- se volessi inserire per cucinare, al posto del latte vaccino, qualche volta, latte di riso andrei a squilibrare l'apporto di carboidrati ?
- molte persone controllano la quantità di olio che si usa, ma è solo una questione di calorie o va limitato in generale?
Sa che da quando mangio meglio, ovvero più frutta e verdura, meno carni, meno fritti e meno grassi animali, ho anche più forza? Sono regolare in bagno, non ho più colite (che prima mi perseguitava), ho voglia di correre direi quasi iperattiva, dormo bene, non ho più reflusso, non ho sonnolenza dopo i pasti.
Uno dei piatti più gettonati di mia madre sono le salsicce in padella rosolate con peperoni sott'aceto e patatine fritte, tutti mischiati in un'unico tegame... Ottimo, ma una mazzata! Adesso non lo mangerei, perché so che è un piatto totalmente sbagliato.... la patate fritte sono caloriche, ma poi rosolate nella pentola in cui ha cotto la salsiccia che ha spurgato tutto il suo grasso è davvero troppo! Chiaramente piatto unico, senza altre verdure, quindi niente fibra.... si assorbe tutto!
C'è un unico aspetto di tutta questa vicenda che mi crea problemi e lo ammetto: mangio meglio, ma non riesco ad essere tanto, perché ho sempre paura di sbagliare.
Mi scuso molto per la lunghezza davvero,e nel frattempo la saluto e la ringrazio molto perché è troppo gentile a rispondere a tutti gratuitamente, cosa molto rara oggi.

Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 25, 2015 3:39 pm

No, non sono d'accordo. Berrino NON è la scienza! E' un bravissimo divulgatore e personaggio mediatico, ma non dice totalmente cose corrette quando parla di carne, latte e quando consiglia un certo tipo di alimentazione come la più sana in assoluto. No, si può avere una dieta sanissima bevendo un po' di latte ogni giorno (un po' non un ettolitro) e mangiando un po' di carne ogni tanto (limitando al massimo le carni rosse e conservate e preferendo quelle magre).
Non c'è nessuna evidenza che il latte faccia male nelle quantità consigliate dalle linee guida. Linee guida nostre e linee guida mondiali. Berrino è uno, le linee guida sono frutto di un consenso internazionale conseguito dopo l'analisi indipendente di migliaia di studi. Il pensiero di uno, dal punto di vista scientifico non può essere migliore del consenso unanime della comunità scientifica tutta.

I cosiddetti "grani antichi" non hanno differenze nutrizionali rispetto a quelli attuali. Se mi dici per quale motivo utilizzarli potrebbe migliorare la tua salute ne possiamo parlare. Intanto leggi qui: bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/05/20/che-ne-sai-tu-di-un-campo-di-kamut®/?refresh_ce

Pensi forse che nel lievito madre non ci sia lievito di birra? E' la componente prevalente. La lievitazione con pasta madre non cambia assolutamente le proprietà nutrizionali del pane....
Il lievito di birra fa ingrassare? perchè?
Il pane integrale si può mangiare indipendentemente dal lievito che si usa....Puoi comprare pane integrale che possiede tante fibre e un basso IG quante quelle del tuo pane fatto in casa.
I miglioratori, quando usati sono perfettamente sicuri.
Perciò sia che lo faccia sia che lo compri dal panettiere le uniche differenze sono il gusto e il divertimento nel farlo. Nutrizionalmente non cambia nulla.

Scusa ma la sugna che ti ha fatto? Quando compri qualcosa controlli l'etichetta no? oppure chiedi di farti vedere l'elenco ingredienti. Se sai che ci sono grassi aggiunti, ne diminuirai il consumo o comprerai quei prodotti che non hanno grassi....

Se mi fornisci la definizione di schifezza ne parliamo....Smile
Mangiare un chilo di pane fatto in casa potrebbe essere una schifezza, mangiare un pezzetto di focaccia con la sugna potrebbe essere sanissimo.

Il cucchiaino di zucchero che ti ho consigliato di eliminare era superfluo, ma di certo non uccide. Poi dipende dal tuo peso (che ancora non so)

Io faccio colazione ogni giorno al bar e sono contento ;} e sano.
Non vedo perché fustigarsi per una colazione ipoteticamente sana (mica è detto che la colazione che hai fatto sia sana per forza, per esempio se è esagerata non è sana) quando è possibilissimo farne una che piace e avere una dieta in generale più che sana.

Le domande:

1. No. Se ne sente sempre una nuova....
2. I prodotti in commercio sono sicuri. Però un consumo di frutta secca ti espone al rischio di introdurre troppe calorie e grassi. Dipende.
3. Boh. Smile come faccio a dirlo se non conosco la tua dieta? Ma a occhio no. Solo che vorrei sentire cosa viene fuori con la bevanda di riso invece del latte! Tutto per una cattiva informazione.
4. È un questione di calorie e di tipi di grassi. Troppo olio, troppe calorie, ma anche per esempio troppi grassi saturi.... Si l'olio di oliva contiene grassi saturi....

Il piatto di tua mamma deve essere buonissimo. La mazzata deriva dalla porzione, non è una cosa intrinseca al piatto! Questo fatto andrebbe ben capito....
Certo che non va mangiato tutti i giorni, ma è anche sbagliato eliminarlo come fosse la peste.
Se manca la fibra non è colpa del piatto, è colpa di tua mamma. :p

Tu credi che la fibra riduca le calorie assorbite? Sei fuori strada.

Mi dici età, peso e altezza? Smile


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 25, 2015 4:57 pm

Dottore, grazie mille per la iper veloce risposta, lei è gentilissimo! Smile
Io le ho citato il Berrino perché è una persona nota che sostiene un certo genere di idee, ma non credo che sia la bibbia assolutamente. Lui quando parla, spesso dice che sono studi su casistiche che indicano determinate cose, e a volte, come con il latte, dice chiaramente che c'è una disputa aperta, che ci sono studi contrastanti, ma che lui - se si volesse un consiglio - pensa sia meglio evitarlo. Se è per questo, poiché macrobiotico, per lui nei pomodori, melanzane, arance e altri vegetali dice che ci sono dei fattori che stimolano il rinnovamento cellulare andando ad attivare un metabolita che favorisce proprio la replicazione dei tumori, e quindi dice... se uno sta bene mangi anche, ma sempre poco, di questi alimenti, ma quando non uno non sta bene allora "sarebbe meglio" non mangiare questi vegetali. Comprenderà che comunque sentire queste caratteristiche di pomodori e melanzane, non è che mette proprio di buon umore; poi si sente sulle carni rosse e conservate, e la storia dei nitriti e dei loro effetti; i latticini e i formaggi peggio che peggio... non solo perché hanno le stesse caratteristiche del latte..... ma concentrate! Sono acidificanti, iper grassi, contengono fattori di crescita, ci portano via calcio... e tutto quanto lei sicuramente già saprà. Perché poi le cose grasse, come i carboidrati raffinati, ti stimolano la produzione di insulina, che non solo col tempo porta alla sindrome metabolica e quindi ingrassamento, ma aumenta la troppa insulina in circola porta un costante stato infiammatorio che comporta la maggiore esposizione a problemi importanti!
Qui l'unica cosa che resta è il riso integrale bio (e chi dice che per il fatto che non sia stato trattato per essere bio, non sia stato più facile preda di muffe?!) e qualche verdura. L'olio extravergine di oliva, sì, ma sinceramente l'ultima annata é stata pessima, molte piante sono addirittura morte e le olive non erano granché, sicche non so quanti polifenoli possa contenere l'olio di questa annata.... anche perché sembra che se gli oli si irrancidiscono, fanno ancora peggio! Insomma.... le ho voluto parlare senza veli per mostrarle cosa gira nella mia testa ultimamente. C'è ben poco da stare allegri.
Poi l'amica vegana ha finito per confondermi ulteriormente le idee. Cominciare a bere TUTTI i giorni intrugli vari a basa di zenzero e altre tisane, datteri, frutta secca, succo di aloe vera.... tutti quei contorcimenti per fare un qualcosa che assomigli a qualcos'altro.... e secondo me a loro piace perché si aiutano anche molto mentalmente. Ammetto che tante cose siano davvero buone, come gli spaghetti raw di zucchine e altri condimenti, davvero saporiti... Ma il parmigiano, io un cucchiaio voglio usarlo! Non posso pensare che il lievito alimentare sia il mio nuovo parmigiano! E dietro tutto questo c'è sempre lo spettro della salute, quindi se continui a mangiare come hai fatto.... sembra quasi che non ti vuoi bene.
Però ci sono delle cose, che per quanto ne legga, non riesco a cambiare idea.... tipo se dovessi iniziare a mangiare soia, come fa la mia amica.... Latte di soia, miso, tofu, würstel di tofu, carne di soia..... ora io leggo da più parti che fa bene, eppure mi capitò, quando ero ancora una sciocca che ascoltava il farmacista e non guardava la composizione di quello che assumeva, di comprare un integratore alimentare per migliorare il trofismo di capelli e unghie a base di isolavoni di soia.... Non era assolutamente per donne in meqnopausa, ma sembrava uno come tanti altri integratori.... Il farmacista lo propose sulla base del fatto che era "nuovo" ( e vedi se oggi sarei capace di scegliere un integratore solo per questa motivazione....).... comunque io che ho sempre avuto un ciclo regolarissimo e non avevo brufoli o problemi ormonali, con questo integratore nel giro di 1 mesetto o poco più ho avuto in regalo una bella cisti ovarica, di cui un giorno mi accorsi perché si stava torcendo portandomi dolori lancinanti, febbre alta e in modo molto repentino. Ora chi mi santifica la soia.... sono certa che fa bene alle donne orientali, che sarà protettiva... ma forse per loro che l'hanno sempre mangiata, la tollerano, hanno una flora intestinale che assorbe le cose giuste.... non lo so..... però io sono sicura che questi isoflavoni mi hanno fatto male. Certo poi, sicuramente c'è differenza tra assumere isoflavoni con una alta titolazione in un integratore che mangiare, ma comunque per me mangiare molta soia significa aumentare i livelli circolanti di questi isoflavoni ed io ho avuto l'esperienza che ho raccontato; eppure la soia sembra un cereale così interessante.
Per quanto riguarda il lievito madre, io non ero proprio tranquilla inizialmente sull'uso di questa coltura misteriosa che abita il mio frigorifero, e so perfettamente che il lievito madre quando ci sembra funzioni (e quindi faccia ben lievitare i cibi) é perché contiene in maggioranza i classici lieviti del lievito di birra, oltre che qualche altra categoria di lieviti, però dovrebbe contenere (dico potrebbe perché io non l'ho mai analizzato!) anche dei lattobacilli, che aiutano a dare quel sapore "buono" e che comunque fanno dei prodotti fatti con questo lievito sicuramente prodotti diversi anche per i più lunghi tempi di lievitazione che inevitabilmente il lievito madre richiede.
Per quanto riguarda i grani antichi, ma anche farine alternative al classico frumento, io credo che non dovrebbero essere grani. eh si prestano a grosse rese, e mi auguro che siano semi meno manipolati rispetto al grano comune. Poi comunque la farina integrale che uso macinata a pietra... ha un suo costo che il fornaio sicuro non può permettersi, ma io mangio 100 gr di pane... e quel poco vorrei fosse buono.
Mi fa piacere che anche lei condivida la bella abitudine della colazione al bar! Per me è fondamentale.... Io vedo gente che tristemente mangia a casa un bicchiere di latte freddo con dentro i cereali integrali.... oddio, io nemmeno mi sveglio così! Quest'oggi ho fatto l'eccezione perché con la frutta estiva e il caldo, si può tentare, ma in inverno la vedo molto dura Smile
Aggiungo l'ultima cosa sulla fibra: ho davanti agli occhi persone che fanno diete di 1000 calorie e si riempiono di verdure, quindi fibre ne mangiano, eppure il grasso sta tutto lì, io pur non avendo mai curato questo aspetto (difatti avevo la colite e stitichezza) non ho mai avuto problemi con la questione delle calorie, il problema è che ho capito che la fibra serve a migliorare il transito e liberarsi prima dalle nostre scorie che stazionando nel nostro organismo producono tossine non favorevoli, inoltre limita l'assorbimento di parecchie schifezze e promuove una flora intestinale positiva e che crea benessere. Ma è vero che la flora intestinale ha influenza su dimagrimento o ingrassamento?
Dottore le posso dare i miei dati in privato? Lo preferirei Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Gio Giu 25, 2015 5:03 pm

Scrivi in privato, poi con calma ti rispondo ok?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Ven Giu 26, 2015 10:58 am

L'alimentazione una volta era un atto naturale, oggi è diventata complicatissima, ma rimane pur sempre un atto semplice. E' giusto informarsi ma impazzire nella scelta di un alimento non va bene. Troppe informazioni portano a fare confusione. Stiamo parlando di alimenti non di farmaci, mangiare un pomodoro non può far male come prendere un farmaco sbagliato. Gli studi che cita Berrino non si tramutano in consigli nutrizionali automaticamente, perchè osservare una cosa in una provetta non significa assolutamente che la stessa cosa avvenga nel nostro organismo!
Perciò le vecchie care raccomandazioni valgono sempre e comunque: mangia variato, non esagerare, mantieni un peso nella norma e fai attività fisica. Se vuoi maggiori dettagli vai qui: www.sapermangiare.mobi. Ci sono le linee guida italiane e molte informazioni e vedrai che qui non ti terrorizza nessuno! Wink

Scusa la franchezza, ma i non addetti ai lavori non dovrebbero mettersi a parlare di fattori di crescita o isoflavoni perchè non hanno le competenze per capire i loro effetti. Ci sono appunto delle linee guida semplici da seguire senza per questo complicarsi la vita con tutte queste informazioni inutili.

Hai detto bene il lievito madre contiene anche lattobacilli che migliorano la fragranza e un po' la conservazione del pane. Tutto lì.

Ma il frumento è manipolato? da chi? quando?come? Smile

La fibra va benissimo e ha mille proprietà, ma se uno vuole davvero dimagrire deve muovere il .....le gambe. Smile Attività fisica, non diete. Le diete fanno ingrassare!

Ci sono studi che stanno procedendo per valutare l'effetto del microbiota sull'accumulo (o la perdita di peso), ma finchè non ci saranno indicazioni diretta alla popolazione generale, lasciali perdere!
Fai quello che hanno fatto i nostri nonni (che stavano benissimo): mangia di tutto, dai la preferenza ai prodotti vegetali e al pesce fra quelli animali. Poca carne ma non assente. Latte non a litri, ma non assente. Verdura tutta, frutta tutta. Varia, assaggia, divertiti e muoviti e lascia perdere i Berrino della situazione che sennò diventi matta!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mar Ago 04, 2015 1:00 pm

Buongiorno dottore! Non so se è già in ferie, comunque ho pensato di scrivere per aggiornare un po' la mia situazione.
Mentre qualche tempo fa mi facevo tantissime domande (come si nota dai miei post fiume Very Happy), adesso ho naturalmente seguito il mio istinto, miscelato ad un po' di razionalità Laughing
Allo stato attuale sto mangiando tantissima frutta e verdura, preferibilmente cruda o portata a max 40 gradi, però quando mi va (tipo domenica scorsa) non mi faccio mancare un buon piatto di pasta alla norma con verdure fritte e un po' di mozzarella. Parliamo sempre di porzioni accettabili però!
Al mattino, latte freddo e ciambella con yogurt e metà dello zucchero prevista in ricetta, priva quasi di grassi (olio di semi di girasole), caffè.... Mezza mattinata 2 pesche minimo.... Per pranzo, oggi mi attendono spinaci ripassati in padella con yocca e 1 panino integrale di poco meno 100gr... nel pomeriggio gelato di tutta frutta senza zuccheri o altro.... Stasera frittata alle erbe con zucchine e pane integrale.
Dopo cena...... gelato.... Quello vero! Ma solo 1 cucchiaio, perché contiene troppi zuccheri.
Morale: sto comprando camionate di frutta e verdura, tipo drogata... non posso non avere vegetali in casa, altrimenti sto male (in passato non poteva importarmene!), provo a mangiare pesce almeno 2 volte a settimana e carne ogni tanto, ma ahimè.... le ultime volte che ho mangiato pesce (salmone al forno) mi è venuta una nausea incredibile....ma sto lavorando sulla cosa perché oltre ai latticini e le verdure, non posso rinunciare al pesce! La carne proprio non mi attira, sebbene l'ho comprata ultimamente perché ho pensato che un minimo devo mangiarla.
Come forze sono davvero un grillo, sempre in attività, scariche di adrenalina incredibili e leggerezza addosso... Umore molto buono.... Quando però mi capita di mangiare carne o pesce (tipo l'altro giorno erano quasi 200gr di salmone), mi sento appesantita.
Stesso benessere ha anche il mio compagno, che ha scelto di mangiare come me, anche lui nota che si sente decisamente meglio come fatica e stanchezza.
Ho molta paura per questo inverno, quando la frutta così dolce e buona non ci sarà , e torneranno le tristi mele..... pomodori, zucchine, peperoni, melenzane saranno di serra, e allora non converrà mangiarli raw.... anzi, li eviterò quanto più possibile...
Ah.... Tutti mi vedono bene, ma nessuno si è accorto del cambio di alimentazione, perché sinceramente se mi trovo a dover mangiare fuori un pasto, scelgo il meglio per me, ma mangio... senza problemi...
Ah dottore.... Nel frattempo sto continuando ad informarmi.... e a tal proposito avevo sentito il dott. Mozzi che parla della dieta del gruppo sanguigno, che diceva che la frutta non fa bene....,,,,. ma possibile davvero ?!?!?!?! Comunque ho scommesso di essere gruppo B, in base alle descrizioni, se sono davvero B inizio a credere ci sia un fondo di verità lol!

Ps. Di pari passo, quando posso (anche 4 volte a settimana) cammino a piedi a passo veloce e faccio qualche esercizio di corpo libero.

Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mar Ago 04, 2015 1:11 pm

Si ingrassata un pochino?

Perchè le verdure non sopra i 40°C???Cioè tu controlli davvero con un termometro che non superi quella temperatura??


p.s. se segui le stupidaggini di Mozzi non sei sulla buna strada.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Stellablu



Messaggi : 7
Data d'iscrizione : 10.06.15

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mar Ago 04, 2015 2:40 pm

Non lo so, comunque io a casa la bilancia non ce l'ho e la cosa non mi preoccupa Very Happy

Piuttosto, sto leggendo che mangiare molta frutta fa ingrassare.... ma è vero?

Per i 40 gradi, il termometro ce l'ho visto che mi diletto con la pasticceria, ma sono temperature indicative per dire che li faccio giusto un po' afflosciare/ammorbidire qualche istante, non cuocere. Non guardi sempre male le persone che si impegnano! Wink
Ha mai mangiato gli spaghetti fatti di sole zucchine? Stupendi!
Sto mangiando anche l'aglio crudo... quello giovane.... A parte che è buonissimo e non mi torna su.... Ma poi, mentre gli anni scorsi venivo mangiata dalle zanzare... Ora sono indenne da morsi! Ihihihi Laughing
Anche se un po' il mio fidanzato si lamenta perché dice che a volte si sente che l'ho mangiato.... Pazienza Embarassed ma fa bene però!

Il dott. Mozzi mi sembrava avesse idee un po' "particolari" però io ho deciso..... Non elimino niente, mangio un po' di tutto... e secondo quello che mi chiede il mio corpo. Però non mangio schifezze..... roba industriale, bevande zuccherate, grassi come lardo, mortadella.... questo si, il resto mangio di tutto flower
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Dott. Gabriele Bernardini
Admin


Messaggi : 2083
Data d'iscrizione : 04.01.08
Età : 48

MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    Mar Ago 04, 2015 3:14 pm

Se la cosa non ti preoccupa perché scrivi a me? Se non accetti consigli che parliamo a fare?

Dato che pensi di essere dalla parte del giusto continua così. Io non posso aiutarti.

Renditi conto di avere un problema, sei sottopeso e devi aumentare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://nutrizione.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Da onnivora a...... non so!    

Tornare in alto Andare in basso
 
Da onnivora a...... non so!
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Imparare a mangiare :: Alimentazione e stile di vita-
Andare verso: